Come scegliere la potenza del contatore elettrico

Come scegliere la potenza del contatore elettrico

La potenza del contatore viene misurata in chilowatt (kW) ed è indicata nella bolletta nella sezione “Potenza impiegata“. Nel riquadro viene indicata sia la potenza contrattuale impegnata che quella disponibile, ovvero pari al 10% in più rispetto a quella impegnata.

Per una normale rete domestica la potenza impegnata corrisponde a 3 kW mentre quella disponibile è pari 3+10%, cioè 3,3 kW.

La potenza disponibile è il limite massimo di potenza che possiamo assorbire dalla rete elettrica. Se si supera questo valore, il contatore scatta ed è necessario spegnere qualche elettrodomestico. La potenza di assorbimento, quindi, dipende sia dal numero di elettrodomestici presenti in casa, o in attività, sia dal nostro comportamento. Se il contatore scatta spesso, è possibile che la potenza scelta non sia adatta per i consumi.

Prima della riforma della tariffa elettrica il cliente domestico poteva scegliere diversi scaglioni di potenza:

  • 1,5 kW
  • 3,0 kW
  • 4,5 kW
  • 6,0 kW

Adesso non è più così. Per garantire la selezione del valore di potenza più adatta alle proprie esigenze, il cliente domestico può scegliere tra un maggior numero di livelli di potenza: la scala inizia da 0,5 kW e procede a scatti di 0,5 kW per le fasce domestiche. Un utente domestico può optare anche per un livello di potenza pari a 4 kW o 3,5 kW.

Per valori superiori a 6 kW, utenti attivati solitamente in trifase, si procede a passi di 1 kW.

All’interno della bolletta della luce vi è inserita una quota potenza che varia solo in base ai kW disponibili e non in base al consumo. Questo importo è compreso all’interno dei servizi di rete ed è uguale sia per le utenze domestiche residenti che per quelle non residenti.

La maggior parte dei contatori della luce sono di proprietà di e-distribuzione e nel display vi è indicato solo la potenza istantanea, espressa in kW, che equivale alla potenza che stiamo assorbendo in quel preciso momento. La potenza istantanea viene registrata e aggiornata ogni due minuti. Con questo dato puoi controllare quanto assorbe un determinato apparecchio spegnendo tutti gli altri.

Altri modelli di contatore elettrodomestico, come ad esempio quello Acea, visualizza sul display anche la potenza disponibile.